News

 

08.11.2011 - Fondazione Banco Alimentare e Cuki insieme nel progetto Cuki Save the Food

Cuki sostiene la Fondazione Banco Alimentare Onlus nella sua mission consistente nella raccolta e recupero di alimenti provenienti dal circuito della ristorazione organizzata aziendale e della GDO, da destinare gratuitamente agli enti caritativi impegnati a offrire pasti alle persone bisognose. 

Cuki Save the Food è un progetto promosso da Cuki, azienda leader nella produzione di packaging, contenitori e strumenti per la preparazione, mantenimento e trasporto dei cibi, che integra la rete di attività e la catena di gestione della Fondazione Banco Alimentare Onlus. 

Protagoniste di Cuki Save the Food sono proprio le vaschette in alluminio Cuki, strumenti di uso quotidiano in milioni di case italiane e nella ristorazione e catering professionale, per conservare e trasportare il cibo in totale igiene e sicurezza, mantenendone l'integrità e l'appetibilità. Le vaschette multiporzione contrassegnate dal logo del progetto saranno in dotazione agli operatori della Fondazione Banco Alimentare Onlus quotidianamente impegnati a recuperare e trasportare dalle mense aziendali, scolastiche, ospedaliere, alberghiere, attraverso una complessa rete logistica e nel rispetto delle procedure per la sicurezza alimentare, il cibo cucinato ma non servito, insieme ad alimenti freschi come pane, frutta e dolci e consegnarlo entro poche ore agli enti e ai centri di solidarietà. 

Cuki Save the Food fornirà inoltre una dotazione di box termici, che consentiranno di inaugurare la raccolta di alimenti freschi e confezionati da banco frigo, gastronomia e ortofrutta provenienti da eccedenze della GDO; i termobox permettono infatti di mantenere inalterato il ciclo del freddo durante le fasi di trasporto delle derrate dal punto vendita ai depositi della Fondazione Banco Alimentare Onlus. 

Il contributo dei contenitori per alimenti Cuki consente di estendere la raccolta a eccedenze alimentari più deperibili e di difficile trasporto, permettendo una sicura conservazione del cibo nelle operazioni di trasporto, stoccaggio e consegna ai destinatari. 

Cuki Save the Food contribuirà con una dotazione iniziale di 15.000 vaschette in alluminio e 600 termo box che sarà periodicamente integrata dei quantitativi progressivamente necessari e sosterrà il costo annuale di uno dei furgoni che quotidianamente percorrono la città di Milano facendo la spola tra le mense donatrici e gli enti beneficiari. 

Cuki Save the Food renderà possibile ampliare l'attività del progetto Siticibo, in cui la Fondazione Banco Alimentare è già operativo nelle mense dell'hinterland milanese, presso sette nuove mense ospedaliere e aziendali (a Torino, Alessandria e Voghera) e permetterà di iniziare la raccolta presso nuove realtà donatrici a Roma, Genova, Piacenza e Pescara. 

Con riferimento alla GDO, ieri lunedì 7 novembre, il progetto è stato avviato in Umbria (a Perugia, Foligno, Bastia Umbra e Marsciano), ed entro fine mese potrà essere esteso in Sicilia (a Palermo e Catania), in Puglia (a Taranto) e in Campania. 

Per la parte gestionale e operativa il progetto Cuki Save the Food si affida alla consolidata esperienza logistica e alla profonda conoscenza della realtà sociale di Fondazione Banco Alimentare Onlus e dei suoi volontari maturata in oltre 20 anni di attività contro lo spreco alimentare. 

Cuki Save the Food è la prima operazione di charity a lungo termine promossa e sostenuta da Cuki, realizzata con i contenitori per alimenti che da oltre cinquant'anni costituiscono la missione dell'azienda: proteggere e conservare il cibo per prolungarne il ciclo di vita. 

E l'incontro con la Fondazione Banco Alimentare Onlus, con le sue attività e necessità, ha condotto alla realizzazione di questa iniziativa concreta e immediatamente operativa e da oggi l'expertise di Cuki è anche al servizio di un obiettivo di solidarietà sociale: salvare dallo spreco gli alimenti in uscita dal ciclo del consumo e preservarli integri per destinarli agli indigenti. 

Corrado Ariaudo, presidente di Cuki SpA. così commenta il progetto: 

"Nell'emergenza delle nuove povertà drammaticamente aggravate dall'attuale crisi economica, Cuki con questa operazione intende contribuire a ridurre gli sprechi alimentari nell'obiettivo di rispondere ai bisogni primari di una crescente fascia di popolazione a rischio indigenza. E il Banco Alimentare è una realtà che tutti dovremmo sostenere perché svolge una missione trasparente, rappresentando vaso comunicante che salva dallo spreco ingenti risorse alimentari distribuendole direttamente ai bisognosi: in questo contesto Cuki Save the Food è un progetto di concreta solidarietà che in Cuki abbiamo sentito il dovere realizzare con il contributo dei nostri prodotti destinati alla protezione e conservazione dei cibi". 

Sul sito www.cukisavethefood.it, online da oggi, è possibile avere un aggiornamento costante sull'andamento della raccolta e sulle mense e i punti vendita GDO che aderiscono al progetto.